Il Fu Mattia Pascal edito da Enrico Damiani - Bei Libri

Mattia Pascal esiste davvero. Il suo vero nome è Ivano Stellati, alias Ivano Stellato, alias Roberto Regonini, alias Roberto Bollatti. Eccettera eccettera. La storia è rimbalzata su tutti i media nazionali in leggero ritardo sui 150 anni dalla nascita di Luigi Pirandello. Recco, Riviera ligure. Un piccolo incidente stradale fa emergere un fatto incredibile. Al volante di una delle due vetture coinvolte nel sinistro sedeva un fantasma. Proprio così, un fantasma in carne e ossa, un uomo che dopo essersi presentato all’anagrafe per rinnovare la carta d’identità ed essersi sentito dire di essere morto, ha deciso di non esistere più e di lasciarsi alle spalle la sua vecchia vita. 25 anni fa, ormai. Da allora il fu Ivano Stellato vive di piccoli lavori, di impieghi alla giornata. Vive senza documenti. E vive onestamente. Non scappa da nulla. Sulla sua testa non pende nessuna denuncia, solo il desiderio di una “libertà impossibile” che traluce dalla scelta di fornire, come data di nascita dei suoi numerosi alias, il 25 aprile. Perché “la liberazione – dice – mi piaceva”.

La sua vicenda riapre gli interrogativi tipici dell’alter ego letterario di Ivano. Mattia Pascal. Si può fuggire da se stessi per fuggire dagli altri, soprattutto nella società dei big data? Si può morire in vita e rinascere, leggeri e rinnovati? Si può abiurare la prima e forse più decisiva etichetta che ci viene imposta a mo di timbro destinante? Ci si può reinventare da capo, magari sfruttando il web e la sua residua virtualità? Si può pensare la vita come artificio, come invenzione totale, come messinscena che denunci l’assoluta evanescenza dell’io?

Questa storia, galeotta per un nuovo sguardo sul personaggio pirandelliano, ci conduce fra le braccia di una casa editrice che siamo sinceramente lieti di menzionare per la prima volta. Parliamo dell’Enrico Damiani, che per i 150 anni della nascita di Pirandello ha inserito “Il Fu Mattia Pascal” nella sua preziosa collana “Gli Unici”, insieme al Misantropo di Moliere, a Quattro Quartetti di T.S. Elliott e a Io, D’Annunzio a cura di Bruno Guerri. Il volume è in ottava con copertina bodoniana (come precisa liricamente la casa editrice) e sovra-coperta. Le pagine sono stampate a colori su carta arcoprint da (ben) 120 grammi. La tiratura, naturalmente, è limitata: solo 300 le copie in commercio. Allegato al volume, prefatto da Antonio Pascalee illustrato da Ruggero Savinio (Premio de Sica nel 20107 nonché nipote di De Chirico), l’edizione è corredata da un Cd con letture eseguite da Luca Micheletti, già premio internazionale Pirandello per meriti in campo teatrale.

“È il romanzo che apre il Novecento e anticipa tutti i temi che segneranno il percorso artistico del secolo – si legge in sinossi –  l’identità molteplice, il desiderio di fuga e di riscatto, l’illusione di poter cambiare radicalmente vita liberandola dalle pressioni sociali. L’acutezza psicologica del romanzo, del 1904, è in grado di denunciare l’inevitabile fragilità del sogno, sempre attuale, di inscenare vite artificiali e virtuali. Come indica Antonio Pascale nella sua ironica e illuminante lettura, questo intramontabile dramma esistenziale di Pirandello può essere inteso come una mappa universale dei sentimenti umani e un grido d’allarme lanciato per la nostra epoca”.


Il fu Mattia Pascal. Con CD-Audio
Luigi Pirandello
Illustratore: R. Savino
Editore: ED-Enrico Damiani Editore
Collana: Gli unici
Anno edizione: 2017
EAN: 9788899438159


  • Dalla mia vita. Poesia e verità di Goethe

    Dalla mia vita. Poesia e verità di Goethe

    Se in questi anni il genere biografico è andato incontro a una notevole fioritura, fino a divenire una sorta di narrativa “no fiction”, l’autobiografia si è insabbiata nel mondo della cultura “pop” arrivando a coincidere con operazioni di marketing di dubbio valore. Va anche detto che la biografia, in genere, è preferibile all’autobiografia, perché ognuno […]
  • Respirano i muri di Paolo Di Stefano e Massimo Siragusa

    Respirano i muri di Paolo Di Stefano e Massimo Siragusa

    “Noi riteniamo che le seguenti verità siano di per se stesse evidenti; che tutti gli uomini sono stati creati uguali, che essi sono dotati dal loro Creatore di alcuni Diritti inalienabili, che fra questi sono la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità”. Così recita la Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti d’America del 1776. Ci permettiamo […]
  • 1968. Un anno rivoluzionario in immagini di Carlo Batà e Gianni Morelli

    1968. Un anno rivoluzionario in immagini di Carlo Batà e Gianni Morelli

    “Il 1968 è entrato nella storia come l’anno del movimento sociale e politico, della contestazione planetaria nei confronti del modello di società esistente: operai, studenti e minoranze etniche chiedono riforme, giustizia, nonché il miglioramento delle condizioni di vita. Migliaia di cortei sfilano per le strade, invocando la fine della guerra in Vietnam. Dal Messico al […]
  • Museo di Pangea. Le civiltà immaginarie di Marco Barina

    Museo di Pangea. Le civiltà immaginarie di Marco Barina

    In questa storia c’è qualcosa di arcano e di misterioso. Meglio, di arcaico. Qualcosa che sfugge. Qualcosa che proviene dalla notte dei tempi, che trascende l’immaginazione ma che, senza dubbio, è il motore ispiratore di questa mostra e del relativo catalogo. Forse lo coglie, echeggiando Heinrich  Heine, Franco Maria Ricci, che questa esposizione ha voluto […]
  • Murals of Tibet. Ediz. limitata di Thomas Laird

    Murals of Tibet. Ediz. limitata di Thomas Laird

    “Quando uno contempla, non si volge col pensiero indietro su sé stesso, ma possiede sé stesso e volge la sua attività all’oggetto, diventa anzi l’oggetto stesso, offrendo sé stesso, diciamo così, quale materiale, lasciandosi plasmare dall’oggetto contemplato”. Risalendo a queste parole di Plotino si acquista la giusta misura di questa impresa editoriale che è, al […]
  • Novecento di Carta

    Novecento di Carta

    Ci sono Umberto Boccioni, Amedeo Modigliani, Mario Sironi, Giorgio de Chirico e Giorgio Morandi. E Lucio Fontana, Renato Guttuso, Alberto Burri e Michelangelo Pistoletto. Sono solo alcuni dei 100 protagonisti di un’eccezionale mostra di capolavori della grafica italiana: stampe, disegni, incisioni, carte dipinte e anche libri d’artista. Teatro di questo evento, fruibile fino al 1° luglio 2018, […]
  • Africa di Sebastiao Salgado

    Africa di Sebastiao Salgado

    Tutto ebbe inizio durante alcuni viaggi per conto dell’Organizzazione Mondiale del Caffè, con la quale collaborava. Erano gli anni 70. Il 1973, per la precisione. Fu allora che Sebastiao Salgado ebbe la “vocazione” che di lì a poco lo avrebbe reso uno dei più grandi fotografi della nostra epoca: il bisogno di testimoniare, di portare […]
  • Giovanna d’Arco di Maria Luisa Spaziani. Edizione limitata

    Giovanna d’Arco di Maria Luisa Spaziani. Edizione limitata

    “E’ un personaggio anomalo, una santa con la spada in mano, una poesia in azione, una creatura di straordinaria e totale maturità”. Una creatura di totale maturità. Con questa curiosa definizione Maria Luisa Spaziani – la musa di Eugenia Montale – ci ha consegnato la sua Giovanna d’Arco, un romanzo popolare in sei canti in […]
  • Commentario filosofico sulla tolleranza di Pierre Bayle

    Commentario filosofico sulla tolleranza di Pierre Bayle

    Einaudi ha dato alle stampe il primo “Millennio” del 2018. Per la gioia dei collezionisti (e anche degli atei, notoriamente innamorati di questo autore), è uscito infatti il “Commentario filosofico sulla Tolleranza” di Pierre Bayle, a cura di Stefano Brogi, professore associato all’Università di Siena. Anche se mai, prima d’ora, il Commentario era stato tradotto […]
  • La carpa del sogno. Edizione limitata di Giovanni Mariotti

    La carpa del sogno. Edizione limitata di Giovanni Mariotti

    Crediamo sia già stata notata, da parte pochi lettori che ci seguono con fedeltà, la passione di questo blog verso mappe, atlanti e altre forme di rappresentazione dello spazio su carta. Anche oggi che scriveremo di un romanzo non abbiamo resistito alla tentazione di leggerlo come una mappa fitta di rimandi e richiami successivi. Una […]